Seleziona una pagina
 

La questione “Rifiuti” a Cassino sembra proprio non trovare via d’uscita. Ogni giorno si arricchisce di nuovi episodi e così vengono a galla tristi verità. Oggi riportiamo il caso di Via San Domenico Vertelle, la strada che costeggia l’Ospedale “Santa Scolastica”. Un abitante della zona, Alessandro Persichini, tra i fondatori dell’associazione Meritocrazia Italiana, già ….

promotrice di un esposto nei confronti del Comune di Cassino sulle inefficienze relative al sistema  della raccolta differenziata, ha segnalato all’Ufficio Ambiente del Comune la presenza di rifiuti abbandonati. Dell’esposto, corredato da documentazione fotografica, ne riportiamo il testo integrale:
Sono diversi mesi che la zona adiacente l’ospedale di Cassino “Santa Scolastica” viene gravemente deturpata a causa di rifiuti gettati e abbandonati sui cigli delle strade. In particolare risulta  grave e indecoroso la situazione di Via San Domenico Vertelle che costeggia il Nosocomio. Purtroppo isolati e sconsiderati gesti di inciviltà sembrano essersi tramutati in attività tristemente abitudinarie. Le persone, vedendo i rifiuti gettati per terra, si sentono evidentemente in diritto di gettarne altri costituendo così una vera e propria discarica a cielo aperto. Molti scarti inoltre finiscono nei canali di scolo della strada e ciò porta due gravi conseguenze:
– Le acque confluiscono direttamente nel Fiume Rapido, inquinandolo seriamente;
-I fossi, anche a causa della scarsa manutenzione, fungono da trappole per molti sacchi d’immondizia; trovandoci alle porte dell’inverno, le prime piogge farebbero allagare parte della strada e riversare in superficie i sacchi stessi;   
Questa situazione è coincisa a livello tempistico con l’attuazione della Raccolta Differenziata nella città di Cassino. Pur non volendo giustificare tali gesti di inciviltà, è evidente che molti cittadini stanno trovando forti difficoltà ad adeguarsi al sistema di raccolta messo in piedi dal Comune. E’ indubbio che è necessaria una maggiore assistenza e un maggiore sforzo da parte dell’Amministrazione perchè la situazione in molti casi, come questo appena citato, è veramente indecorosa. Pensiamo anche al fatto che in Via San Domenico Vertelle c’è, oltre all’Ospedale, la comunità di Exodus che porta a Cassino moltissime persone di altri paesi nonché personaggi famosi e autorità di livello Nazionale. La nostra città non fa certo una bella figura presentandosi sporca e trascurata” 

 

Guarda che sitazione 
             
             
             

 

Guarda il documento protocollato al Comune di Cassino in PDF

 

 Ecco gli articoli pubblicati sui quotidiani on line

             
       

 

 

 

 


Via San Domenico Vertelle atto 2° – Chi fa da se fa per tre!

 

Rifiuti abbandonati a Cassino: il Comune latita? I cittadini fanno da soli!

 “Chi fa da sé fa per tre” recita un vecchio proverbio. La saggezza popolare, si sa, ha sempre un buon fondo di verità e lo ha ancor di più quando riguarda il rapporto tra pubblico e privato. Parliamo (purtroppo ancora una volta) della questione “rifiuti a Cassino”. La raccolta differenziata ha preso il via ormai da diverso tempo nella città, portando però con se numerosi lati oscuri mai risolti dall’amministrazione comunale. 

Se durante la bella stagione a soffrire di più è il Centro di Cassino a causa della presenza dei numerosi contenitori esalanti cattivi odori, durante l’inverno la preoccupazione riguarda in maggior modo le periferie.

Molte zone di Cassino, in prossimità spesso di terreni non recintati e confinanti con le strade, stanno diventando delle vere e proprie discariche a cielo aperto a causa di sconsiderati gesti di inciviltà: in tanti purtroppo abbandonano la propria spazzatura deturpando gravemente l’ambiente circostante e mettendolo in serio pericolo per l’infiltramento dei liquidi di scarto nel sottosuolo.

E il Comune cosa sta facendo per correre ai ripari? Nessuno risponde!

Uno dei tanti casi è quello che ci racconta un abitante della zona limitrofa all’ospedale Santa Scolastica, Alessandro Persichini: “il 26 Settembre scorso ho fatto un esposto all’ufficio ambiente per denunciare il degrado di Via Vertelle nei pressi del Nuovo Ospedale. In particolare ho segnalato la presenza di rifiuti ingombranti e numerosi sacchi di spazzatura abbandonati sul ciglio della strada. Dopo avere atteso invano per più di un mese che il comune facesse qualcosa, ho deciso di attivarmi da solo: mi sono messo in contatto direttamente con la società De Vizia e raggruppando l’immondizia in un luogo concordato, i camion della società stessa hanno raccolto prima il materiale ingombrante e poi il resto.  Adesso la zona è bonificata ma va costantemente monitorata, magari videosorvegliata, perché purtroppo chi ha buttato fino ad oggi la spazzatura potrebbe farlo anche in futuro e da cittadino privato posso fare ben poco. Mi chiedo a questo punto quale sia il lavoro quotidiano dell’assessorato all’Ambiente e perché continua ad ignorare che la raccolta differenziata così com’è fatta non può andar bene.

Ad ogni modo va un plauso alla De Vizia per l’intervento fatto!

 
 

     

 

 

 

× Come possiamo aiutarti?