Seleziona una pagina

Ancora una volta siamo costretti a tornare sulla questione ambiente della città di Cassino.

Infatti, in seguito alla richiesta di aiuto da parte di una gentile professionista che abita …

in Via Cappella Morrone e grazie alle numerose segnalazioni che ci hanno fatto pervenire a mezzo e-mail ( meritocraziaitaliana@gmail.com)  alcuni utenti della pista ciclabile (lungofiume di Cassino), siamo venuti a conoscenza di due distinti problemi ambientali che stanno man mano assumendo dimensioni importanti: il primo riguarda la nascita di una vera e propria discarica abusiva a ridosso dell’incrocio di via Cappella Morrone con via S. Antonino (Cassino) e il secondo la presenza di numerosi sacchi di immondizia e lasciti di materiali di risulta lungo le rive del fiume rapido nella tratta che va dal ponte di Via Sferracavalli a salire verso S. Elia Fiume Rapido (Fr).

A tal proposito l’Insieme Meritocrazia Italiana, dopo aver fatto un sopralluogo, documentando fotograficamente la situazione, ha inoltrato una segnalazione con contestuale richiesta d’intervento a: De Vizia Tranfer Spa, Comune di Cassino (Fr), Comando Carabinieri Tutela per l’ambiente (NOE) e alla Asl di Frosinone, specialmente se vicini a corsi d’acqua.

Si chiede, quindi,  di intervenire in tempi rapidi per evitare ulteriori e progressivi fenomeni di inquinamento ambientale derivanti dall’apertura delle buste abbandonate.

Si comunica inoltre che nel caso in cui trascorso un mese dalla data di sottoscrizione di questa segnalazione (27/11/13), ne De Vizia Tranfer Spa ne il Comune di Cassino prendano provvedimenti, l’Insieme Meritocrazia Italiana adirà le competenti autorità giudiziarie al fine di garantire i diritti degli abitanti delle zone in questione e, più in generale, quelli di tutti i cittadini.

Contestualmente però si fa appello al buon senso delle persone affinché non continuino a compiere gesti incivili e irrispettosi della natura e del prossimo.

Con l’occasione si reitera all’Amministrazione Petrarcone la richiesta di istituire un’area attrezzata su cui chi ne ha necessità possa portare ad ogni ora del giorno i propri rifiuti.

  

       

 

 

 

   

 

 Articolo su La Provincia Quotidiano 01/12/13    Articolo su L’Inchiesta Quotidiano 30/11/13
     

 

 

 

 

× Come possiamo aiutarti?