Seleziona una pagina

È da ormai tanto tempo che sento dire che la politica ha bisogno di un rinnovamento profondo e che occorre che scendano in campo nuove leve che possano prendere il posto di chi, senza voler fare alcun tipo di polemica, purtroppo, ha già dimostrato di avere caratteristiche politiche e progettuali di …

non altissima qualità e visione.

A mio modesto modo di vedere il passaggio del testimone alla nuova generazione sarebbe davvero necessario e gradito.

A Cassino però la cosa strana è che se ne vedono davvero pochi di giovani che si avvicinano alla vita politica della città proponendo soluzioni o organizzando iniziative per la collettività.

Da cosa dipende tanto menefreghismo? Perché i ragazzi e le ragazze della nostra città restano alla finestra a guardare il trascorrere del tempo senza provare a prendere in mano la situazione? È davvero giusto affidare agli altri la responsabilità della propria vita? Lo sanno che se non si interessano loro alla politica sarà la politica ad interessarsi di loro?

È vero, in questi periodi in cui la maggior parte delle volte non si riesce a “cavare un ragno dal buco” – parlo della disgraziata situazione lavorativa – viene la voglia di lasciar perdere tutto e fregarsene del prossimo, ma poi però ci si accorge che il tempo passa e che la situazione rimane sempre la stessa o, addirittura, peggiora.

E allora c’è bisogno di non rimanere a dormire! C’è bisogno di cacciare le palle e buttarsi nella mischia per far sentire la propria voce e proporre le proprie idee.

L’errore più grande è proprio quello di restare chiusi nel proprio guscio e di aver timore di non sentirsi all’altezza. Proprio questo vogliono i “volponi” – vedi sezione del sito www.meritocraziaitaliana.info per capire di cosa sto parlando – che in questo modo, avendo strada libera, possono continuare a rubare il nostro futuro.

Ora Basta! Vorrei potervi urlare forte ad uno per uno il mio appello a “buttarvi nella mischia”. Basta continuare a piangervi addosso. Basta essere timidi. Basta insicurezze.

Chi può dirvi che non sarete mai capaci di fare bene???

Inoltre il mio pensiero è rivolto anche a quei ragazzi ed a quelle ragazze – in questo caso non mi riferisco solo all’età anagrafica ma all’età della mente – con cui qualche volta ci siamo confrontati…chiedendo loro di “gettare il cuore oltre l’ostacolo” per provare a creare un gruppo, capace di distinguersi per qualità e merito, all’interno del quale individuare una figura di garanzia per tutta la cittadinanza.

Alessio Carlino

Meritocrazia Italiana®

 

× Come possiamo aiutarti?