Seleziona una pagina
Alessio Carlino, Chiara Marrone e Alessandro Persichini hanno illustrato a L ‘Inchiesta Tv il progetto politico del movimento di “Meritocrazia Italiana”. Sono stati intervistati nella redazione dell’Inchiesta quotidiano da Egidio Franco. Il Movimento politico MI – ha spiegato Carlino – nasce dalla volontà mia, di Alessandro Persichini, Chiara Marrone e di altri ragazzi e ragazze del cassinate che intendono impegnarsi dando un contributo, in termini di idee e progettualità, al miglioramento dell’attuale situazione sociale ed economica. Inizialmente la volontà di registrare il marchio Meritocrazia Italiana® ….   presso il Ministero dello Sviluppo Economico nasce da una mia Idea nata nel luglio del 2012 con il fine di creare un nuovo contenitore basato su concetti veri, giusti e condivisibili. Alla base di tutto pensiamo debba esserci la meritocrazia. Infatti pensiamo che, solo attraverso l’applicazione del profondo significato del termine, possiamo ipotizzare di riuscire a migliorare li luogo in cui viviamo e in cui vogliamo poter continuare a vivere. Il merito inteso come giuste qualifiche per ricoprire un ruolo, come tangibili capacità per svolgere un compito, come eque possibilità per ottenere un appalto, ecc. Siamo certi che l’applicazione del significato del termine Meritocrazia possa ridare fiducia ai tanti cittadini che, spesso, sono costretti a subire ingiustizie provocate da raccomandazioni, tangenti, malsane furbizie, eccetera. Altri ideali di fondo del nostro movimento sono individuabili nei concetti di integrità morale e senso civico,
oltre che in libertà, uguaglianza, famiglia, solidarietà, sussidiarietà e giustizia. Su queste basi, insieme a chi vorrà unirsi a noi, continueremo ad impregnarci, sempre con maggiore costanza per fare proposte e mettere in atto progetti volti al miglioramento del nostro territorio.
Essenzialmente – ha evidenziato Chiara Marrone – tutti puntiamo a creare una grande squadra In grado di incidere positivamente sulla crescita e sullo sviluppo del nostro territorio. Meritocrazia Italiana, allo stato, si colloca al di sopra degli attuali schieramenti presenti. Presto sarà ultimato un chiaro programma supportato da proposte progettuali e da giustificativi per la ricerca della spesa occorrente per le loro realizzazioni. Nel senso che i progetti da noi proposti saranno cantierabili (con copertura economica). Saremo ben lieti di tendere la mano a tutti i partiti, le associazioni, i comitati che vorranno condividere Il nostro programma. Esistono obiettivi di prossima realizzazione e quali? Si – ha risposto Carlino-, abbiamo lavorato ad alcuni progetti volti al sociale e stiamo lavorando ad altri. Quelli pronti sono stati presentati ai competenti uffici comunali dei Comuni, ma allo stato non abbiamo avuto alcuna risposta. Quelli che sono in fase di completa-mento li pubblicizzeremo a breve.
Come si finanzia Il vostro movimento?
Meritocrazia Italiana, grazie all’autofinanziamento dei fondatori – ha evidenziato Alessandro Persichini -, ha creato un sito internet e ha fatto alcune campagne di comunicazione. Per il futuro è alla ricerca di un luogo da adibire a punto d’incontro e a centro culturale per l’approfondimento di idee e di sviluppo progettuale. Chiediamo a chi, condividendo le nostre idee, allo stato indipendentistiche, avendone la possibilità, volesse contribuire allo sviluppo del movimento di contattarci per mettere  a disposizione i propri spazi. Di sicuro siamo animati dal desiderio di migliorare il luogo in cui viviamo e in cui vivranno l nostri figli!
 
 
Visualizza il video dell’intervista
× Come possiamo aiutarti?