Seleziona una pagina

5 febbraio 2015 – giornata nazionale contro lo spreco alimentare!

Oggi è la giornata nazionale contro lo spreco alimentare. Circa 1/3 del cibo prodotto viene da noi sprecato. Buttiamo nella spazzatura miliardi di euro che potrebbero essere benissimo sfruttati per aiutare chi si trova in condizione di indigenza e di fragilità sociale.

Pensate che in un anno in Italia si possono ricuperare 2 milioni di tonnellate di cibo dall’agroindustria e 300mila tonnellate da commercio e distribuzione. 

Nello specifico, ….

secondo il Rapporto 2013 sullo spreco domestico dell’Osservatorio Waste Watcher, ogni famiglia italiana butta in media circa 200 grammi di cibo la settimana: il risparmio complessivo possibile ammonterebbe dunque a circa 8,7 miliardi di euro. Secondo i monitoraggi di Last Minute Market, inoltre, in un anno si potrebbero recuperare in Italia 1,2 milioni di tonnellate di derrate che rimangono sui campi, oltre 2 milioni di tonnellate di cibo dall’industria agro-alimentare e più di 300mila tonnellate dalla distribuzione. In più ci sono le strutture ricettive (ristoranti, supermercati, hotel, locali di somministrazione alimenti e bevande, eccetera) che a fine serata gettano nella spazzatura l’avanzato.

Queste cifre ci fanno capire bene quanto molti di noi siano spreconi.

La proposta che i componenti di Meritocrazia Italiana® intendono sottoporre all’attenzione dei cittadini di Cassino in modo da suscitare un sereno dibattito sull’attuabilità della stessa è quella di istituire un “sistema di recupero del cibo” in grado di fornire la migliore assistenza alimentare a chi si trova in condizione di indigenza e di fragilità sociale.

In pratica l’idea è quella di coinvolgere Istituzioni (Amministrazione, Università, Scuola, Chiesa), Terzo settore e cittadini della città di Cassino per creare un apposito centro in grado di raccogliere tutto il cibo crudo e cotto che normalmente verrebbe buttato e utilizzato dove serve. Inoltre si dovrebbero organizzare apposite campagne di comunicazione utili a disincentivare lo spreco.

Per questo motivo noi tutti di Meritocrazia Italiana® chiediamo aiuto e collaborazione ai componenti dei settori appena citati per strutturare il progetto in questione che è al vaglio del Ministero dell’Ambiente e che avrebbe sul nostro territorio ricadute positive anche in termini di occupazione.

 

× Come possiamo aiutarti?