Seleziona una pagina

La questione della chiusura del centro cittadino nei weekend è molto sentita dai cittadini e, soprattutto, dai commercianti che hanno la propria attività all’interno dell’area dove non è permesso l’accesso con i mezzi. Da un lato gli amanti della passeggiata in centro città …

e dall’altro gli imprenditori che, a causa del poco afflusso di persone, non riescono a vendere la propria merce.

L’attuale soluzione di chiusura forzata del centro città, con la scusa dell’abbattimento delle polveri sottili, proposta dall’Amministrazione comunale infatti non riesce ad accontentare ne gli uni e ne gli altri. 

A tal proposito Meritocrazia Italiana vuole spronare gli attuali attori politici a studiare e proporre un progetto di chiusura di tutta la parte centrale della città in grado di accontentare tutti. 

Fino a quando non sarà pronto un piano del traffico decente, intendiamo porci al fianco dei numerosissimi commercianti che chiedono di poter lavorare per poter continuare a vivere.

Infatti nella petizione protocollata al Sindaco protempore di Cassino in data 09 aprile 2014 facciamo richiesta di istituire al centro di Cassino un vero e proprio “giardino cittadino” con adeguati servizi di trasposto in grado di mettere a loro agio cittadini e turisti. Inoltre proponiamo una reale soluzione (già adottata da molti comuni tra cui Roma e Firenze) al paventato problema delle polveri sottili che, come ci ha spiegato un noto esperto, «lo sforamento dei livelli massimi non dipende dalle auto ma dalla conformazione del nostro territorio (Cassino si trova in una “conca”) e dalla presenza di molte fabbriche in periferia e dal passaggio della vicina Autostrada del Sole».

 

Spett.le

Comune di Cassino

Illustre Sindaco

Avv. Giuseppe Golini Petrarcone

C.se attenzione

Settore Commercio ed Ambiente

Piazza Gramsci – 03043 Cassino (Fr)

 

Oggetto:   situazione sforamento livelli di inquinamento atmosferico – chiusura strade del centro  cittadino.

                Con la presente l’associazione di servizi per gli Imprenditori, i Professionisti ed i Consumatori, in sigla AsseImprenditori, iscritta regolarmente al CRUC (comitato regionale utenti e consumatori), nell’attuazione integrale dei propri punti statutari (curare lo studio e la risoluzione di tutti i problemi economici, mutualistici, tecnici, sindacali, che interessano le categorie del terziario, della piccola industria, del commercio, del turismo, dello spettacolo, dell’artigianato, dei servizi, dell’ agricoltura, del lavoro professionale e autonomo in generale, ed in particolare modo adoperarsi per la creazione di una completa e ordinata legislazione dei predetti settori, legislazione che tenga conto delle peculiarità della regione in cui opera l’Associazione), intende comunicare all’illustre Sindaco Avv. Giuseppe Golini Petrarcone ed ai competenti settori Commercio ed Ambiente, l’esito delle varie assemblee che si sono tenute tra i propri associati, nonché Commercianti ed Esercenti della città di Cassino (Fr).

Di fatti a seguito delle numerose riunioni – alcune delle quali si sono tenute anche all’interno della sala Restagno del Comune di Cassino e alla presenza di numerosi esponenti dell’attuale Amministrazione – si è discusso, tra l’altro, di questioni relative:

·         allo sforamento dei limiti dell’inquinamento causato dalle polveri sottili ed ultrasottili;

·         alla chiusura del centro cittadino;

·         al calo vertiginoso delle vendite delle attività commerciali della città.

In particolare, l’ultimo convegno/dibattito – del 18 marzo ’14 – ha visto la partecipazione del chiarissimo Professore dell’Università di Cassino e del Lazio Meridionale, Ing. Giorgio Buonanno, che, in maniera accurata, ha spiegato come le quantità di inquinamento da polveri sottili ed ultrasottili presenti in città siano anche molto superiori rispetto ad altri luoghi a causa dalla posizione geografica della nostra città che, circondata da colline e montagne, agevola l’accumularsi delle polveri nell’atmosfera. Ulteriori motivazioni, a suo dire, vanno individuate nella presenza di grosse fabbriche situate nella vicina periferia e nel transito dei veicoli sulla limitrofa Autostrada.

In seguito a ciò l’ing. Buonanno, seppur non abbia saputo indicare soluzioni ottimali utili alla risoluzione del citato grave problema, rispondendo ad una domanda del pubblico, ha puntualizzato che la chiusura delle strade interne alla città non servirebbe a risolvere il problema.

Sempre nella medesima riunione è stata approfondita altresì la questione inerente il disagio, che ormai da più di qualche anno, la maggior parte dei negozianti della città sta subendo: il vertiginoso calo delle vendite indotto da una crisi sempre più insostenibile!

Da quanto su detto crediamo che occorrerebbe una attenta analisi ed una profonda riflessione sulle politiche che dovranno essere messe in atto per arginare le citate criticità che toccano la nostra città ed i nostri cittadini.

A tal proposito, in merito all’attuazione dell’area pedonale nel centro cittadino nei weekend, l’associazione AsseImprenditori, a cui sono associate la stragrande maggioranza delle attività commerciali di Cassino,  esprime parere negativo alla mera chiusura di parte del Corso della Repubblica e di parte di Viale Dante perché questa forzatura, così come proposta e fin ora attuata, è utile solo a gravare negativamente sugli incassi degli esercenti che hanno la propria attività nell’area in questione. Tale azione, auspicabile e apprezzabile, apporterebbe benefici di carattere ambientale e economico/commerciale solo se integrata in un più ampio piano di riordino urbanistico di tutta la città.

Si chiede quindi all’Amministrazione del Comune di Cassino, al fine di difendere e tutelare l’economia e i posti di lavoro del territorio cassinate, di valutare attentamente quanto precedentemente esposto evitando la chiusura delle strade indicate nei periodi di massima opportunità lavorativa delle attività commerciali, cioè i weekend.

Il persistere nel voler impedire l’accesso delle auto in centro (senza alcuna previsione di mezzi di trasporto da e verso il centro e  senza opportuni abbellimenti utili ad attrarre visitatori) continuerebbe ad essere percepita come la volontà dell’Amministrazione di penalizzare parte dei propri cittadini e, in tal caso, al fine di avere garantiti i diritti dei nostri associati, nostro malgrado, saremo costretti ad adire le competenti autorità giudiziarie chiedendo l’opportuno risarcimento dei danni da loro subiti.

Contestualmente tale documento è teso a spronare i competenti organi comunali a redigere quanto prima un accurato piano che possa trasformare il centro di Cassino in un vero e proprio “giardino fiorito” in grado di garantire in egual misura i giusti diritti a cittadini (possibilità di avere a disposizione un’area pedonale in centrale) e ai negozianti (possibilità di vendere le proprie merci).

Inoltre, al fine di renderci propositivi, sperando di far cosa gradita, alleghiamo alla presente (allegato A) un documento riportante le ultime novità tecnologicamente avanzate (proposte dall’azienda IS TECH con cui abbiamo già intrapreso rapporti) che vengono utilizzate per abbattere i livelli delle polveri sottili ed ultrasottili.

 

Cassino li 24 marzo 2014

AsseImprenditori

______________________

Allegati:

  • Elenco raccolta firme esercenti centro cittadino (n.°4 pagine) a cui ne verranno aggiunte altre;
  • Scheda tecnica nuova tecnologia per abbattimento livelli di polveri sottili (piattaforma APA) (n.°4 pagine).

 

 

Allegato A

 

LA MACCHINA CHE ABBATTE LE POLVERI SOTTILI AL FORUM PA

 

Is TECH, la startup d’innovazione tecnologica nata nel 2010 per iniziativa di un gruppo di manager e di scienziati con esperienza ventennale in campo gestionale e nei settoridella ricerca avanzata, partecipa per il terzo anno consecutivo alForum PA 2013, che si tiene presso il Palazzo dei Congressi a Roma dal 28 al 30 maggio. Pressolo stand 30 Aaddetti ai lavori e curiosi potranno ricevere informazioni su APA (Abbattimento Polveri Atmosferiche), la piattaforma realizzata dalla società per “pulire” l’aria dalle polveri sottili.

 

Dove è utilizzata la piattaformaAPA. La tecnologia, integrata in sistemi multidisciplinari abilitanti alla città intelligente che si evolve, è già operativa, da oltre 2 anni, in diversi stabilimenti industriali e in aree urbane confinate, nel centro storico di Roma, a Milano e, di recente, è stata inserita in nuovi test plant urbani, come le stazioni di transito e di rifornimento (dove sono presenti, oltre alle polveri sottili, anche altri inquinanti, fra cui il benzene), le stazioni autobus e le aree trafficate di scambio a Pescara e a Guidonia, in attesa del lancio degli interventi integrati di sviluppo. Altro importante riconoscimento perAPAè arrivato, pochi giorni fa, dall’amministrazione diSanta Marinella, nota località turistica alle porte di Roma, il primo Comune in Italia a lanciare“Aria Pulita Outdoor”. Il progetto prevede l’installazione di APA entro infrastrutture evolute e di design, in diversi punti della città, integrate con altre tecnologie per rendere disponibili servizi innovativi al cittadino. Gli impianti APA, infatti, sono stati pensati e realizzati per mimetizzarsi nell’assetto urbanistico grazie al design multi-forma come ad esempio pannelli e totem pubblicitari, pensiline, fioriere e panchine; le apparecchiature saranno posizionate nei punti strategici, avranno spazi pubblicitari disponibili e saranno dotate di sistemi abilitanti per consentire ai cittadini di utilizzare e usufruire di servizi multimediali e telematici. APA, in questo modo, offrirà un significativo contributo per rendere il Comune di Santa Marinella una vera e propria smart city, modello di riferimento, come programmato dall’Amministrazione della cittadina.

 

Come funziona. La tecnologiaAPAfunziona apparentemente in modo semplice: un bocchettone posto a circa un metro dal suolo aspira l’aria e la processa all’interno della macchina, secondo un procedimento che riflette il ciclo naturale della pioggia. Gocce di liquido colpiscono poi le polveri sottili e le fanno precipitare verso il basso, depositandole in acqua. Al termine del processo di lavaggio l’aria depurata è aspirata verso l’alto e reimmessa pulita nell’atmosfera, con consumi energetici decisamente limitati e senza alcuna generazione di rifiuti speciali.

 

“Abbiamo deciso di partecipare anche quest’anno alForum PA– affermaCarlo Mirone, Direttore Commerciale di Is TECH– poiché è l’evento di riferimento per il mondo della Pubblica Amministrazione, dei cittadini e delle imprese e siamo convinti che la diffusione dell’innovativa tecnologia APA sia una concreta soluzione a problemi attualissimi: qualità dell’aria, abbattimento delle polveri fini, miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza degli ambienti di lavoro e delle aree urbane, riqualificazione urbanistica e attrattività delle città. Grazie allo sviluppo della piattaforma integrata nel tessuto cittadino, infatti, nell’ambito di progetti multidisciplinari spesso già finanziati e in continua espansione, permetteremo un più veloce e facile passaggio alle città del futuro, le città intelligenti al centro delle quali vi sono,soprattutto, il cittadino e la tutela ambientale. Porteremo al Forum PA, da start up innovativa, la nostra esperienza di tecnologia e d’innovazione urbana anche alla luce delle nostre recenti esperienze europee ed internazionali dedicate alleSmart City, di cui molto si parlerà nell’ambito della manifestazione dei prossimi giorni”.

 

Is TECHe la piattaformaApahanno assunto in questi mesi visibilità anche all’estero, negli Usa, in Cina, in Brasile, e qualche giorno fa al 14esimoForum sulle Eco-innovazioniche si è tenuto aPraga, occasione nella quale la tecnologia per l’abbattimento delle polveri atmosferiche è stata presentata a rappresentanti dell’Unione europea e stakeholder stranieri.

 

La Piattaforma intelligente multifunzione – Air Pollution Abatement (Abbattimento Polveri Atmosferiche)

 

 

 

 è una piattaforma intelligente multifunzione modulare, basata su un’esclusiva tecnologia innovativa tutelata da brevetto, atta all’abbattimento degli inquinanti antropici presenti in atmosfera. Il sistema è stato ideato per essere distribuito (disseminato) densamente negli ambiti d’utilizzo – tutte le aree di rischio da bonificare, sia ambiti di produzione e lavorazione sia aree e nuclei urbani caratterizzati da inquinamento atmosferico – in maniera tale da costituire una fitta rete d’assorbitori di polveri atmosferiche e degli altri inquinanti nocivi, in generale.

 

Grazie ad una tecnologia innovativa basata su processi chimico-fisico-meccanici integrati, è in grado d’abbattere il particolato atmosferico (PM > 0.1), metalli pesanti, IPA – Idrocarburi Policiclici Aromatici, idrocarburi leggeri (metano, benzene, ecc.), NOx, SOx e CO2 con alta efficienza su flussi molto elevati di aria.

 

Il sistema, fra l’altro, essendo dotato di una struttura di monitoraggio in continuo degli inquinanti atmosferici può costituire, a regime, una preziosa fonte d’informazione costituendo in pratica una rete densa distribuita negli ambiti d’utilizzo, sul territorio, idonea al monitoraggio, alla rilevazione ed all’elaborazione di dati atmosferici ed informazioni ambientali, su scala estensiva.

 

La soluzione tecnologica può essere applicata sia in ambito outdoor sia all’interno di manufatti, negli ambiti di produzione e di lavorazione, nei cantieri edili, negli stabilimenti industriali piccoli e grandi (quali officine ed industrie meccaniche, cementifici, aziende di lavorazione del vetro e del legno, ecc.); in particolare, a beneficio della popolazione, in tutte quelle aree d’insediamento residenziale ed urbano nelle quali si riscontrino bisogni che prescrivono la bonifica dell’aria ambiente.

 

La soluzione tecnologica, già selezionata daItalia degli Innovatorinell’edizione 2011/12, ha concluso il processo di certificazione, qualificazione e validazione nel suo complesso, ottenendo ilmarchio CEe lacertificazione IMQ(Istituto Italiano del Marchio di Qualità) nel luglio 2012.

 

Lo schema di funzionamento del sistema, articolato in più fasi, è descritto sinteticamente nella figura che segue ed è costituito da un primo stadio ascrubber, che utilizza come liquido di abbattimento un’opportuna soluzione acquosa salina, per la separazione di polveri, gas e vapori dall’aria, dedicato in particolare all’abbattimento del particolato, degli IPA, metalli, polveri, ozono, polline, spore e parzialmente NOx ed SOx.

 

Un secondo stadio, attraverso un processo elettrochimico controllato, è funzionale all’ossidazione degli idrocarburi leggeri (metano, benzene, ecc.), al sequestro dei metalli ed alla riduzione e dissociazione di composti inorganici, quali residuali NOx e SOx, a forme non nocive per la salute e l’ambiente. Un terzo stadio, infine, mineralizza chimicamente gli ossidi di carbonio, tra cui l’anidride carbonica, in forma di bicarbonato di sodio, stabili anche in assenza di acqua.

 

 è modulare, versatile e scindibile negli stadi che lo caratterizzano e ciò lo rende ottimale per l’utilizzo nei diversi ambiti di rischio e di bonifica ambientale.

 

Il sistema ha la peculiarità di poter essere dimensionato in funzione delle effettive caratteristiche dei luoghi oggetto di bonifica, ad hoc, anche per rispondere ai principi di base “emissioni zero” e “zero rifiuti, poiché gli inquinanti aerei abbattuti sono smaltiti, seguendo un processo virtuoso, presso i depuratori municipali.

 

 

 è provvisto di una centralina elettronica di gestione, che controlla tutti i parametri di processo del sistema, ne governa il funzionamento e gestisce le avarie ed emergenze. Tutti i dati di processo, acquisiti in tempo reale, sono trasmessi ad una centrale operativa.

 

Parallelamente alla struttura di controllo dei parametri di processo e di funzionamento, il sistema è dotato di una serie di sensori per il monitoraggio della qualità dell’aria, in continuo. I sensori a semiconduttore, calibrati direttamente nei nostri laboratori, permettono il monitoraggio in tempo reale della concentrazione in aria di gas “leggeri” quali CO, NOx, SOx, C6H6, CH4, del particolato atmosferico PM0,5-PM1, PM1-PM3, PM3-PM5, PM5-PM10, PM>10, e di dati chimico-fisici dell’aria quali temperatura ed umidità relativa.

 

I dati sono acquisiti in continuità ed il pacchetto d’informazioni completo è trasmesso in tempo reale alla centrale operativa che li raccoglie, li classifica e rende disponibile le informazioni sulla qualità dell’ariain situ, analizzata su web-server.

 

L’analisi dei dati di processo e dei dati ambientali è gestito off-line e, attraverso delle elaborazioni, può essere utilizzato di concerto con il Governo territoriale per validare e proporre nuovi modelli ambientali. Il sistema, in continuità, è controllabile, gestibile e visibile da remoto.

 

 

Il sistema è geometricamente performato e dimensionato in funzione delle caratteristiche fisiche e ambientali dei luoghi di bonifica, attraverso soluzioni puntuali che rispondono alle effettive esigenze.

 

Alla data attuale è stato realizzato in serie un sistema prototipale, dimensionato per effettuare delle fasi di sperimentazione in ambiti d’applicazione urbana ed industriali:

 

BASE                                    circa 130 cm x 150 cm (piattaforma 120 cm)

 

ALTEZZA                               240 cm (con camino)

 

 

 

$§  PORTATA nominale (Air flow):     ≥ 1.350 – 2.350 m3/h

 

$§  VELOCITA FRONTE OUT nominale:     d=40 cm, L=50 cm   10 m/s

 

$§  VELOCITA FRONTE IN nominale:     3 x d=20 cm, L=50 cm   13 m/s

 

$§  POTENZA ASSORBITA:      400 – 540 W (generabile totalmente da fonti rinnovabili, in particolare da moduli/celle fotovoltaiche e da sistemi micro/mini-eolici)

 

$§  PRESSIONE IDRAULICA:     80 kPa

 

$§  SALTO PRESSIONE FLUIDO:     Liquido+aeriforme   70Pa

 

$§  RUMORE:     50 – 55 dBA/1m

 

$§  RAGGIO D’AZIONE:     circa 25 m

 

$§  WORKING TIME:     H 24, o a seconda dell’effettiva esigenza dell’area d’utilizzo, individuata dall’apposita reti di sensori

 

$§  INPUT:     acqua e soluzione chimica salina

 

$§  OUTPUT:     liquidi, di facile e semplice smaltimento

 

$§  SCIENTIFICAMENTE TESTATO:     l’esclusivo sistema APA è stato oggetto di approfonditi test e sperimentazioni in istituti scientifici, organismi di ricerca ed Università che hanno validato, con analisi e studi, le ottime performance della soluzione tecnologica

 

$§  PRATICITA’:     il processo di trattamento dell’aria è del tutto virtuoso, non prevede l’uso di prodotti tossici e nocivi, tantomeno l’impiego di filtri attivi. Temperatura e umidità dell’ambiente non sono influenzati e non influenzano il funzionamento. Il sistema richiede interventi di manutenzione non invasiva, a bassa frequenza

 

$§  CERTIFICAZIONI:     prodotto certificato dall’Istituto Italiano del Marchio di Qualità – IMQ

 

$§  Gestione operativa condotta attraverso Wireless Intelligent Network (reti di sensori e di telecomunicazioni) e piattaforme Cloud

 

$§  Software d’analisi, monitoraggio ed elaborazione di dati sensibili, ambientali e di area territoriale

 

$1§  Modulare e mimetizzabile in tutti gli ambiti d’utilizzo indoor ed outdoor

 

$§  Funzionale ad evolvere le aree d’utilizzo in “smart connected communities” e “smart environment”

 

$§  Chassis di mimetizzazione utilizzabile per iniziative di comunicazione e co-marketing

 

Effetti dei test di efficacia sul campo, in continuità, alla data attuale (testati e sperimentati in ambienti reali):

 

$§  Ambito urbano

 

1§  Ambito industriale


 

× Come possiamo aiutarti?